Trasporti. Pendolari disperati. SBC: "Favole e silenzi non risolvono i disagi"

15.12.2016 21:59
Non finiscono mai i disagi dei cittadini e dei pendolari di Subiaco e della Valle dell'aniene. È notizia di questa mattina dell'ennesimo disservizio del COTRAL. Corse saltate, corse in ritardo, mezzi vecchi con i soliti freddi spifferi provenienti da finestrini malconci. C'è giunta inoltre notizia che si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri per consentire ad un autobus di proseguire la corsa verso Roma, inquanto stracolmo, con molti passeggeri costretti a viaggiare in piedi. Intervento indispensabile volto a far scendere le persone in eccesso e permettere loro di salire sul mezzo successivo, riportando un po' di umanità nell'erogazione del servizio. 
Sui social network leggiamo la disperazione di lavoratori e studenti, che troppe volte si vedono sopprimere le corse e diventano protagonisti di interminabili attese.
 
La situazione è esasperata. Il Presidente Zingaretti continua a raccontarci le favole, il Sindaco di Subiaco Pelliccia, con il suo silenzio, continua a spalleggiarlo ed i cittadini non sanno più cosa fare, visto che le istituzioni mentono sapendo di mentire.
Chiediamo dunque prese di posizione forti e decise da parte di chi dovrebbe tutelare i cittadini di Subiaco e della Valle dell'Aniene poiché con le favole ed i silenzi non risolvono i disagi.
 
Lo dichiarano in una nota i Consiglieri di Subiaco Bene Comune Trombetta, Berteletti e Rocchi.