SCONGIURATO IL PAGAMENTO DELL'IMU SUI TERRENI AGRICOLI MONTANI. PROTAGONISTI DELLA VITTORIA TUTTI I SINDACI TRANNE QUELLO DI SUBIACO

24.01.2015 14:37

Troppe parole. Ma la verità sta in tutte le tappe di un'azione condivisa (non da tutti purtroppo) che ha portato all'esenzione dal pagamento dell'Imu sui terreni agricoli per i cittadini di Subiaco (e di tante altre località).

 

28 Novembre 2014 – E' la data di pubblicazione del decreto ministeriale con il quale si stabiliscono i criteri da seguire per il pagamento dell'Imu sui terreni agricoli. Tale decreto allarga la platea dei contribuenti, interessando anche alcuni dei Comuni di montagna (dapprima esenti), solo perché l'altitudine della propria casa municipale si trova al di sotto dei 601 metri. Un criterio da molti ritenuto iniquo che ha scatenato una vera e propria battaglia politica ed istituzionale.

Ai cittadini coinvolti spetta il pagamento in un'unica rata entro il 16 Dicembre 2014.

 

12 Dicembre 2014 – Per via dell'incertezza generale e per i tempi organizzativi esigui, il Governo decreta lo slittamento della data per il pagamento al 26 Gennaio 2015.

 

17 Dicembre 2014 – L'AnciLazio decide di proporre ricorso amministrativo contro tale provvedimento. Chiede ai Comuni interessati di aderire a tale azione entro il 10 Gennaio seguente approvando apposita deliberazione di Giunta. Ricorso a costo zero per i Comuni.

 

10 Gennaio 2015 – 56 Comuni della Regione Lazio aderiscono ufficialmente all'iniziativa dell'ANCI. Tra questi, manca inspiegabilmente Subiaco, anch'esso colpito dalla sciagura della nuova imposizione per i propri cittadini.

Per trasparenza riportiamo il link dell'articolo dove sono citati gli Enti aderenti: https://www.ilquotidianodellapa.it/_contents/news/2015/gennaio/1421258526032.html

 

22 Gennaio 2015 – Con propria ordinanza il Tar del Lazio fissa al 17 Giugno 2015 la trattazione dell'argomento oggetto del ricorso. Ma a questo punto, la confusione sulla materia resta, tant'è che la data per il pagamento dell'Imu agricola rimane fissata al 26 Gennaio. Urge un provvedimento del Governo a chiarire.

 

23 Gennaio 2015 – Il caos generale sulla vicenda, il rinvio giudiziale e la pressione dei ricorsi in piedi, spingono il Governo a promulgare un decreto che fissa nuovi criteri altimetrici per il pagamento, con esenzione ampliata ad un totale 3.456 Comuni. Subiaco, riconosciuto come territorio montano, rientra tra questi.

 

Ecco la storia in sintesi. A nostro modo di vedere i proclami e i comunicati lasciano il tempo che trovano. Quello che rimane è la volontà, espressa con atti amministrativi certi, di sostenere una battaglia a tutela della propria popolazione.

 

Questi atti amministrativi certi sono stati prodotti dai seguenti soggetti:

 

L' AnciLazio con la proposta del ricorso amministrativo

 

I Comuni laziali di

1. Comune di Acquapendente
2. Comune di Anguillara Sabazia
3. Comune di Atina
4. Comune di Aquino
5. Comune di Arlena di Castro
6. Comune di Bagnoregio
7. Comune di Boville Ernica
8. Comune di Bracciano
9. Comune di Canale Monterano
10. Comune di Canepina
11. Comune di Canino
12. Comune di Canterano
13. Comune di Capranica (VT)
14. Comune di Caprarola
15. Comune di Capodimonte
16. Comune di Colli sul Velino
17. Comune di Coreno Ausonio
18. Comune di Cottanello
19. Comune di Esperia
20. Comune di Falvaterra
21. Comune di Farnese
22. Comune di Filacciano
23. Comune di Formia
24. Comune di Gavignano
25. Comune di Genzano di Roma
26. Comune di Gradoli
27. Comune di Grotte di Castro
28. Comune di Ischia di Castro
29. Comune di Latera
30. Comune di Marta
31. Comune di Mandela
32. Comune di Monte Porzio Catone
33. Comune di Montebuono
34. Comune di Montelibretti
35. Comune di Montorio
36. Comune di Onano
37. Comune di Oriolo Romano
38. Comune di Piansano
39. Comune di Piedimonte San Germano
40. Comune di Poggio Mirteto
41. Comune di Rocca Priora
42. Comune di Roccasecca
43. Comune di Ronciglione
44. Comune di San Cesareo
45. Comune di Sant’Ambrogio sul Garigliano
46. Comune di Sant’Andrea del Garigliano
47. Comune di Sant’Apollinare
48. Comune di San Lorenzo Nuovo
49. Comune di Roviano
50. Comune di Torrice
51. Comune di Valentano
52. Comune di Vallerano
53. Comune di Velletri
54. Comune di Vetralla
55. Comune di Vicovaro

56. Comune di Vignanello

Per aver aderito con convinzione al ricorso e per aver creduto sulla possibilità di farcela.

 

Il Comune di Subiaco è stato ASSENTE. Il Comune di Subiaco ha deciso di non tutelare i propri cittadini nelle sedi dove avrebbe potuto e dovuto farlo. Oggi l'Amministrazione cittadina celebra la vittoria dei Sindaci contro un decreto penalizzante. SI, LA VITTORIA DI TUTTI I SINDACI, TRANNE CHE DEL PROPRIO.