Riduzione TARI, Simone Cignitti (AxS): ‘Le imprese chiedono aiuto oggi. Il Comune gli accorda uno sconto a fine anno nel caso sopravvivano’.

10.04.2020 09:47

Abbiamo appreso con sentimenti contrastanti la notizia della riduzione del 20 % della tariffa tari dovuta dalle imprese. Da una parte accogliamo con piacere il fatto che il Sindaco, a quasi un mese di distanza dalla nostra proposta, si ricordi delle difficoltà che stanno affrontando le imprese di Subiaco. Dall’altra rimaniamo sconcertati di come la misura presa sia completamente decontestualizzata rispetto alle reali necessità dei destinatari. C’è bisogno di liquidità nell’immediato e di sgravare subito le imprese dai pagamenti dei tributi, per questo applicare uno sconto sulla seconda rata della tari appare una presa in giro. Ed a poco serve anche lo spostamento della scadenza per il versamento dell'acconto della TARI a Giugno per gli esercizi più colpiti dal lockdown, in quanto soldi in cassa proprio non ce ne sono. Visti questi goffi tentativi di impegnarsi sul tema, ci domandiamo: è mai stato dato seguito alla nostra proposta di far destinare dalla Regione i 3,4 milioni di euro della L.R. 18/2007 ai Comuni della Valle dell’Aniene come compensazione della riduzione dei tributi locali?  In generale, si sta provando a scomodare la Regione Lazio in qualche modo oppure questo tasto rimane un tabù? Attendiamo risposte in tal senso e ci riserviamo soprattutto di leggere il testo di quella che dovrebbe essere una proposta di emendamento al bilancio di previsione, non appena sarà resa nota. Anche perchè quanto riportato nel comunicato, a proposito del fatto che l’operazione avverrà con economie da realizzarsi nel Piano Economico Finanziario dell’attività di raccolta rifiuti, lascia  aperti molti interrogativi su un eventuale peggioramento della qualità dei servizi offerti.

 

Simone Cignitti

Portavoce del movimento "Alternativa X Subiaco"