Prosciugamento fiume Aniene. Berteletti (AxS): gravi responsabilità politiche di Zingaretti e Pelliccia.

27.06.2018 20:30

L'anno scorso, quando si verificarono almeno tre eclatanti episodi di prosciugamento del fiume Aniene, il Sindaco Pelliccia se la prese con tutti tranne che con Zingaretti, minacciando azioni legali. In questi mesi è calato il silenzio sulla vicenda, ma niente il primo cittadino ha detto circa la proroga al 30 Giugno 2018, da parte della Regione Lazio, dell'autorizzazione ad Acea a captare una quantità d'acqua superiore dalla sorgente del Pertuso, nonostante le nostre continue sollecitazioni a richiedere alla Regione stessa la revoca di quell'atto.

Nel frattempo è terminata anche l'emergenza siccità che aveva caratterizzato i mesi caldi del 2017. Nonostante ciò  il nostro fiume ha manifestato nuovamente un'evidente carenza idrica.

L'immobilismo dell'Amministrazione su questo tema è imperdonabile ed è un'ulteriore dimostrazione della volontà di questa di non disturbare il referente politico regionale. Perché è stata prorogata la determina di maggior prelievo a Dicembre se, come ha sostenuto il Sindaco, non è stata captata più acqua del normale in questi mesi? Cosa dobbiamo aspettarci nelle prossime settimane?

Chiedo alla Giunta un sussulto di orgoglio, di uscire dagli schemi gerarchici in cui si ostina a muoversi e di cominciare a perorare gli interessi del territorio. Dobbiamo scongiurare l'ennesima proroga e puntare all'attuazione di piani di controllo adeguati.

 

Lo dichiara, per mezzo di una nota ufficiale, il Presidente del Gruppo Consiliare "Alternativa X Subiaco" Matteo Berteletti.