Proposto da AxS il regolamento per la tutela degli animali

19.08.2019 12:00

Un atto di civiltà in linea con la vocazione naturalistica del nostro territorio. Per conto del movimento "Alternativa X Subiaco" ho depositato al Comune la proposta di regolamento per la tutela del benessere degli animali e per la loro convivenza con i cittadini. Un testo che riprende le linee guida lanciate dall'"Anci" e dalla "Federazione Italiana Associazioni Diritti degli Animali e Ambiente" nel 2013 e che è già stato approvato da moltissimi Comuni italiani, tra cui Roma Capitale.

Con tale proposta intendiamo finalmente riconoscere la valenza sociale del rapporto tra esseri umani ed animali d'affezione, o a qualsiasi titolo accuditi, dando forza alla grande sensibilità sul tema già presente nella nostra città e puntando alla piena applicazione delle normative sovra-locali esistenti, raccogliendole ed articolandole in un codice armonico che guarda al mondo animale quale insieme di esseri senzienti che, come tali, devono essere salvaguardati, rispettati e resi parte integrante della società.

Tra le principali novità il testo prevede:
- istituzione di un servizio comunale competente per il benessere degli animali, affinché finalmente, problematiche legate alla segnalazione/gestione di casi di abbandono, di esemplari vaganti, feriti o in difficoltà possano essere coordinate efficacemente dall'Ente;
- impegno costante dell'Amministrazione nel promuovere campagne sulla sterilizzazione, sull' adozione e sull'educazione;
- pesanti sanzioni in caso di abbandono, maltrattamento, uccisione, avvelenamento e di mancato rispetto delle disposizioni del regolamento, laddove già non intervenga la Legge nazionale;
- precisi obblighi per la corretta detenzione dell'animale, ad iniziare dagli spazi minimi necessari per l'accudimento;
- divieto dell'uso della catena e di qualsiasi altro strumento di costrizione;
- allineamento con gli indirizzi della Commissione Cites ministeriale per circhi e spettacoli itineranti che utilizzano gli animali, fissando il principio generale di contrarietà al loro attendamento e prevedendo misure molto rigide e casi di esclusione. Per il resto, è stabilito il divieto di spettacolo, di accattonaggio, di giochi e di premiazioni con animali;
-  libero accesso nelle aree aperte al pubblico per i nostri amici a quattro zampe sotto la responsabilità del proprietario;
- forte sinergia operativa tra Comune, ASL, Forze dell'Ordine e associazioni di volontariato animalista per consentire una concreta attività di controllo ed intervento a difesa degli animali;
- disciplina relativa al cane di quartiere ed alla corretta gestione delle colonie feline attraverso una forte responsabilizzazione civica;
- protezione degli animali utilizzati per fini scientifici;
- regole che mirano a governare al meglio gli episodi spiacevoli come la fuga, lo smarrimento e la soppressione (ammessa solo in caso di malattia grave); la pet therapy e la detenzione in allevamento, nonché le corrette modalità di macellazione per uso familiare;
- stop alla vendita selvaggia di animali ammassati per strada e nelle piazze e obblighi precisi che riguardano la vendita in negozio e la cessione a qualsiasi titolo.

Alternativa X Subiaco prosegue la sua attività di opposizione di critica e di costruzione. Dopo aver affrontato, attraverso iniziative di denuncia e proposta, differenti tematiche è arrivato il momento di occuparci della sfera animale, la cui attenzione non è soltanto riferita allo stato di benessere che deve essere garantito ad ogni specie, ma tocca anche il tema della salute, della sicurezza e della serenità di tutti i cittadini. 

Ho chiesto di convocare una commissione aperta, poiché tale proposta ha bisogno di un grande processo di condivisione con chiunque si dimostri interessato all'argomento trattato, sul quale siamo pronti a rimboccarci le maniche ed a fare la nostra parte.

 

Matteo Berteletti
Consigliere Comunale capogruppo di "Alternativa X Subiaco"

 

PER SCARICARE LA PROPOSTA DI REGOLAMENTO PRESENTATA CLICCA QUI