Mancanza di trasparenza. SBC ricorre al Prefetto per il caso del Protocollo "nascosto".

14.10.2016 10:14

"Dopo non aver ricevuto alcuna risposta da parte dell'Amministrazione sulle due richieste di accesso al riepilogo settimanale del protocollo dell'Ente in entrata ed in uscita, ci vediamo costretti a chiamare in causa il Prefetto ed il Difensore Civico Regionale, affinché si ripristini il giusto clima di legalità presso il Comune di Subiaco. Proprio il testo comunale che regola l'accesso ai documenti amministrativi, tra l'altro voluto dalla stessa Giunta Pelliccia nel 2014, da la possibilità ai Consiglieri Comunali di ottenere il dettaglio del protocollo dell'Ente. Peccato che, nonostante la richiesta effettuata formalmente a Giugno, poi, causa palese immobilismo, reiterata a Settembre, il Sindaco non abbia mostrato interesse a garantire quella trasparenza che invece dovrebbe essere essenziale all'interno di un Ente virtuoso. Auspichiamo che i destinatari della nostra segnalazione intervengano con concretezza per mettere fine ad un'arroganza che lede innanzi tutto i cittadini, nascondendo informazioni di interesse collettivo che invece dovrebbero poter essere consultate".

 

Lo dichiarano in una nota ufficiale i Consiglieri del gruppo "Subiaco Bene Comune" Trombetta, Berteletti e Rocchi.