L'AIB contesta il Bando del Comune di Subiaco. Trombetta (SBC), Berteletti, Rocchi (AxS): Ennesima dimostrazione dell'incompetenza della Giunta Pelliccia.

15.02.2017 20:16

La nota dell'Associazione Italiana Biblioteche inviata al Sindaco Pelliccia e pubblicata sul proprio sito ufficiale, contesta diversi punti del recente bando, indetto dal Comune di Subiaco, per l'affidamento del servizio di gestione della biblioteca comunale. L'AIB, in particolare, sostiene che il bando pubblicato non risponde minimamente al decalogo per le esternalizzazioni dei servizi bibliotecari, essendo rivolto soltanto a pochi soggetti (esclusivamente ad associazioni e cooperative), non definendo in maniera chiara le caratteristiche del servizio, non inquadrando con precisione le figure professionali necessarie e proponendo un corrispettivo troppo esiguo rispetto al costo orario minimo del lavoro da retribuire.

Insomma, dopo l'affare delle ex case cantoniere, dove la Regione Lazio ha bacchettato duramente il Comune dando un preciso aut aut, ora anche l'AIB interviene sull'operato della Giunta, chiedendo l'annullamento della gara e mettendosi a disposizione per cercare di predisporre atti amministrativi adeguati alle esigenze di un servizio importante come quello della gestione della Biblioteca Comunale.

La competenza tanto millantata dal primo cittadino è un castello di sabbia che si sgretola giorno dopo giorno, figuraccia dopo figuraccia, richiamo dopo richiamo. Chiediamo all'Amministrazione di correggere immediatamente il bando di gara e di evitare di continuare a mettere in cattiva luce la città.

 

Per leggere la lettera clicca QUI