Fiume prosciugato. Interrogazione del Consigliere Regionale Aurigemma.

06.07.2018 17:56

Si è svolta mercoledì scorso, presso la sede del Consiglio Regionale, l’interrogazione, presentata dal Capogruppo di Forza Italia Antonello Aurigemma, rivolta all’Assessore alla tutela del territorio Alessandri, circa le drammatiche vicende legate ai fenomeni di prosciugamento del fiume Aniene. Il Consigliere Aurigemma, che già lo scorso anno si è recato a Subiaco più volte per verificare l’importante abbassamento del livello dell’acqua, ha chiesto all’assessore al ramo quali azioni la Regione Lazio stia intraprendendo per risolvere tale problematica, considerato che, finora, l’Ente non ha fatto altro che peggiorare la situazione autorizzando Acea a prelevare più acqua dalla sorgente del Pertuso. Risposte richieste anche sul tema delle risorse da destinare alla manutenzione della rete idrica, in considerazione delle ingenti dispersioni.
L’Assessore Alessandri ha replicando facendo riferimento ai dati provenienti dal concessionario, i quali affermerebbero che la maggiore captazione, da inizio anno, sarebbe avvenuta soltanto in data 18 Gennaio 2018 e che dal 6 al 12 giugno il prelievo sarebbe stato addirittura azzerato. Al 30 Giugno poi è scaduta la proroga e non sembrerebbe esserci l’intenzione di rinnovarla.
Il Consigliere Aurigemma ha manifestato le sue perplessità circa tale risposta, in quanto da una parte, se quanto asserito dalla Regione corrispondesse a verità, non si spiegherebbero i continui fenomeni di prosciugamento a cui i cittadini hanno assistito, a maggior ragione nel 2018, in assenza dell’emergenza siccità, dall’altra, nessuna soluzione concreta è stata prospettata, ad eccezione di un impegno generico, di sicuro non sufficiente vista la criticità già ampiamente nota alla Giunta guidata dal Presidente Zingaretti.

IL NOSTRO PUNTO DI VISTA
Condividiamo le preoccupazioni del Consigliere Aurigemma. Le risposte fornite dall’Assessore Alessandri non fanno altro che alimentare incertezze e ulteriori quesiti:
1) Perché il fiume Aniene, anche quest’anno, ha manifestato una profonda “crisi idrica” a danno dell’ecosistema locale e di tutti gli attrattori turistico-sportivi che gravitano nell’area fluviale? Eppure, stando alle parole dell'Assessore, ACEA ha usufruito solo minimamente dell'ulteriore possibilità di captazione concessa dalla Regione e, fatto da non sottovalutare, l'emergenza siccità del 2017 è cessata.
2) Come avvengono le misurazioni delle captazioni alla sorgente del Pertuso? Quali strumenti vengono utilizzati? I dati consegnati all’Assessore Alessandri sono attendibili?
3) Cosa intende fare la Giunta regionale per risolvere il problema delle dispersioni della rete idrica?

Reputiamo fondamentale che venga data, dalla Regione Lazio, una risposta a tali interrogativi. Nel frattempo chiediamo all'Amministrazione di Subiaco, che di recente ha sorriso in foto con esponenti del PD regionale presso la nostra zona fluviale, se fosse a conoscenza, prima degli scatti fotografici ottimistici, della totale mancanza di soluzioni da parte della Regione stessa, evidente dalla risposta all'interrogazione, della quale fanno parte gli illustri politici amici intervenuti a Subiaco.