Ex Case Cantoniere. Il Comune di Subiaco non paga e non realizza le opere. Berteletti e Rocchi (AxS): Gli annunci del 2015 completamente disattesi, Pelliccia si svegli e pensi ad onorare subito gli impegni con la Regione per non perdere altra occasione.

07.02.2017 14:48

Siamo allibiti dall'inerzia dell'Amministrazione Comunale capeggiata dal Sindaco Pelliccia. Nell'Ottobre 2015 il Comune firmò la concessione con la Regione Lazio volta all'ottenimento, a canone agevolato, dell'utilizzo delle due ex case cantoniere presenti sul proprio territorio, impegnandosi a realizzarvi un centro di prevenzione a sostegno della famiglia ed una casa protetta per donne e minori vittime di violenza, quali finalità di rilevanza sociale richieste dalla Regione per poter procedere all'assegnazione. Nella delibera regionale di concessione, nonché nella concessione stessa, si fissava come scadenza quella di dodici mesi decorrenti dalla firma degli atti. L'Amministrazione sublacense da allora, dopo aver preso le chiavi degli immobili, non ha realizzato alcunché e le strutture interessate continuano a versare in un evidente stato di abbandono, talvolta utilizzate come una sorta di deposito merci. Inoltre, la Regione Lazio, oltre a diffidare e mettere in mora il Comune ai fini del risarcimento di maggiori danni eventualmente occorsi agli edifici, come conseguenza dei mancati interventi previsti, ha lamentato l'inadempienza anche nel pagamento dei canoni concessori maturati. Tale argomento sarà anche oggetto di una interrogazione in Regione da parte del Consigliere Aurigemma, per capire cosa l'Ente regionale intenda fare di fronte a questo palese esempio di incapacità del Sindaco di onorare gli impegni assunti.

Quest'oggi – 07.02.17 - abbiamo scritto, unitamente al Consigliere Trombetta, una nota durissima al primo cittadino, sollecitando un'attenzione immediata sul tema con il fine di scongiurare la revoca delle concessioni. Riteniamo che non sia possibile ricorrere ad annunci, assumere impegni precisi, per poi collezionare figuracce e perdere opportunità importanti. Speriamo soltanto che non sia tardi e che le ex case cantoniere possano essere davvero recuperate.

 

Lo dichiarano in una nota ufficiale i Consiglieri Comunali di 'Alternativa X Subiaco' Matteo Berteletti ed Emanuele Rocchi. 

Alcune immagini della situazione attuale