Ex brigatista a Subiaco. Simone Cignitti (AxS): il Sindaco ammetta l'errore e si scusi.

07.12.2019 19:03

Siamo venuti a conoscenza in queste ore, grazie al manifesto pubblicato dal circolo locale di "Fratelli d’Italia", che lo scorso 23 Novembre si è svolta a Subiaco la presentazione del libro dell’ex brigatista Renato Curcio “La Società Artificiale”, con tanto di presenza dell’autore, organizzata dall’Associazione OfficinaUnoNove.
Anche se eticamente opinabile, la cosa di per sè non sarebbe stata grave se non fosse per il fatto che la manifestazione si è svolta presso il locale comunale degli Ex Lavatoi della Forma e con tanto di patrocinio del Comune di Subiaco, evidente dalla presenza dello stemma istituzionale nella locandina dell'evento.
Per questo, in data 7 dicembre 2019, attraverso il nostro Consigliere Matteo Berteletti, abbiamo ufficialmente presentato un’interrogazione al Sindaco per chiedere se non abbia rappresentato un grave errore patrocinare un evento con relatore Renato Curcio, fondatore delle Brigate Rosse, condannato a 28 anni di reclusione per concorso morale in omicidio e costituzione di associazione eversiva e mai dissociato da quella tragica stagione armata. Abbiamo inoltre richiesto le scuse ufficiali alla popolazione da parte del primo cittadino per aver legato il nome della nostra città a quello di uno dei protagonisti degli anni più bui e sanguinosi della storia della Repubblica.

 

Simone Cignitti

Portavoce del movimento politico "Alternativa X Subiaco"