Estinzione agevolata dei debiti con il Comune. Berteletti, Rocchi (AxS): grazie al nostro emendamento testo più chiaro ed alla portata del cittadino.

01.02.2017 22:32

E' stato approvato quest'oggi (01.02.2017), dal Consiglio Comunale, il Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento. Una possibilità che viene data ai cittadini di estinguere i debiti contratti con il Comune riferiti al periodo 2000 – 2016 usufruendo di varie agevolazioni. Al testo proposto abbiamo presentato una proposta di emendamento, condivisa da tutti i gruppi consiliari e poi votata all'unanimità, per renderlo meno caotico nella sua applicazione. Infatti, abbiamo voluto evidenziare, con l'aggiunta di un preciso comma, che il dispositivo passato all'analisi dell'aula riguarda soltanto i debiti le cui entrate sono gestite direttamente dal Comune: per questi sarà possibile, per il cittadino debitore, presentare istanza, presso gli uffici comunali, per l'accesso alle agevolazioni entro il prossimo 2 Maggio, utilizzando la modulistica che l'Amministrazione pubblicherà nei prossimi quindici giorni. Per tutte le altre posizioni debitorie, riferite questa volta ad entrate la cui riscossione è stata affidata ad Equitalia e che costituiscono la parte prevalente dei carichi, vale la possibilità di ricorrere alla rottamazione delle cartelle esattoriali seguendo le modalità prevista dalla normativa nazionale. In questo caso l'istanza dovrà essere presentata seguendo la procedura indicata nel sito www.gruppoequitalia.it e che vede come scadenza il prossimo 31 Marzo. Una precisazione importante che ora il regolamento contempla, affinché il contribuente non commetta errori e possa sfruttare pienamente le diverse opportunità. Siamo molto contenti del risultato ottenuto, segno che il nostro lavoro sa essere costruttivo ed efficace, sempre dalla parte della comunità sublacense.

 

Lo dichiarano in una nota i Consiglieri Comunali del Movimento 'Alternativa X Subiaco' Matteo Berteletti ed Emanuele Rocchi.