Emergenza Aniene. Cignitti (AxS): l'inerzia di Zingaretti e Pelliccia sta distruggendo una delle più grandi ricchezze del territorio.

19.10.2017 10:45

Solo qualche tempo fa leggevamo sui comunicati ufficiali che il Comune di Subiaco avrebbe continuato a monitorare la situazione del fiume con estrema attenzione. Esprimo, a nome di tutto il movimento che rappresento, la totale delusione, in quanto tali affermazioni sono rimaste soltanto parole al vento. E la cosa più grave risiede nel fatto che, ancora oggi, l'Amministrazione Comunale continua a non esprimersi sul problema dell'abbassamento medio del livello dell'acqua dell'Aniene, nonché sui diversi fenomeni di prosciugamento, l'ultimo qualche giorno fa, collegabili alle maggiori captazioni dell'Acea alla sorgente del Pertuso AUTORIZZATE dalla Regione Lazio guidata dall'amico del Sindaco Zingaretti.

Eppure, una prima soluzione sarebbe facile da attuare: richiedere con forza al Presidente della Regione di far revocare la determina dalla quale stanno scaturendo le evidenti quanto drammatiche conseguenze ambientali.

Tale inerzia, sia da parte della Regione che della Giunta comunale, a nostro avviso, sta distruggendo uno dei simboli della nostra comunità ed una delle più grandi ricchezze del territorio.

 

Lo dichiara, per mezzo di una nota ufficiale, il Coordinatore del movimento politico "Alternativa X Subiaco" Matteo Cignitti.