Dimissioni del Sindaco di Gallicano per la questione migranti. Berteletti, Rocchi (AxS): è l'ennesima prova che non vi è alcun obbligo di aderire allo SPRAR.

09.04.2017 09:15

Il Sindaco Pelliccia e tutto il suo entourage stanno cercando, in questi ultimi di giorni, di far credere ai cittadini di Subiaco che l'adesione al progetto SPRAR (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) sia un obbligo a cui i Comuni devono necessariamente adempiere. Niente di più falso. Ed il terremoto politico che si sta verificando in queste ore a Gallicano lo dimostra: il primo cittadino del Pd si è visto bocciare la proposta di adesione dalla sua stessa maggioranza con il disertamento del Consiglio Comunale di molti esponenti. Un fatto incredibile, tanto da spingerlo alle dimissioni, che però ci deve far riflettere su alcuni punti: primo, per quanto sollecitate dalle prefetture, le Amministrazioni hanno la possibilità di scegliere, secondo, che è necessario un confronto ampio e costruttivo sull'argomento, terzo, se il Sindaco Pelliccia ha già in mente una strategia per far ingoiare una pillola amara alla comunità, come ha fatto per la Rems, stavolta commette un grave errore, quarto, non vi è alcun legame normativamente riconosciuto tra l'accoglienza regolata dal progetto SPRAR e quella rientrante nelle misure dei CAS (centri di accoglienza straordinaria). L'Amministrazione sublacense, da un lato, parla di un progetto che dobbiamo scrivere insieme, dall'altra, appare determinata ad aderire allo SPRAR senza consultare nessuno. Noi ribadiamo la necessità di coinvogere l'intera cittadinanza di Subiaco tramite lo strumento della consultazione popolare, affinché, su un tema così delicato, si possa davvero arrivare ad una scelta condivisa che tenga conto anche dell'analisi del contesto, attività che reputiamo fondamentale. Di certo, condanniamo senza esitazioni l'atteggiamento di chi è impegnato a convincere l'opinione pubblica della bontà di una decisione preconfenzionata, mediante parole ingannevoli e fuorvianti.   

 

Lo dichiarano in una nota ufficiale i Consiglieri Comunali di 'Alternativa X Subiaco' Matteo Berteletti ed Emanuele Rocchi