Conferimento incarichi professionali. Il caso degli albi nascosti e della trasparenza mai esistita.

03.10.2019 12:19

Ma quanta trasparenza c'è nel Comune di Subiaco? Nessuna. E continua ad essere così da anni. In questo periodo ho chiesto diverse informazioni all'Ente circa gli albi professionali. Deliberati dalla Giunta, costituiti sulla base di avvisi pubblici. Fin qui ci siamo. Chi ne fa parte? Il problema è che non se ne trova traccia sul sito istituzionale dell'Ente. Allora che esistono a fare? Gli albi servono proprio a garantire maggiore trasparenza e rappresentano uno strumento importante per l'applicazione del principio della rotazione, sancito dal vigente codice degli appalti, degli inviti e degli affidamenti sottosoglia per lavori, forniture e servizi.

L'unico elenco pubblicato è quello degli avvocati, istituito con delibera di Giunta del 2016, ma dopo il 21 Febbraio 2017 non è stato mai aggiornato. Ma tanto le pratiche del Comune finiscono per essere demandate ad uno o al massimo due legali di fiducia. Quindi perché perdere tempo a coinvolgere diversi professionisti se tanto la rotazione non viene mai applicata?

Addirittura peggior sorte è toccata all'albo degli operatori economici per l'affidamento dei lavori, servizi e forniture. La Delibera di Giunta di istituzione risale all'Aprile 2018. Ma sul sito web non c'è traccia di tale elenco di professionisti. Eppure un navigatore della rete neanche troppo attento si accorgerà che sul sito di ogni Ente pubblico è possibile visionare, con un semplice click, i vari albi istituiti. 
A Subiaco invece io sono uno dei pochi "privilegiati" ad aver ottenuto tale documento. Ma l'ho dovuto chiedere formalmente in qualità di Consigliere Comunale, per poi essere accusato di "abuso dell'istituto dell'accesso", per poi aver dovuto ricordare che l'albo rappresenta un unico atto amministrativo e che quindi non può essere sottratto dalla consultazione di un Consigliere (e dei cittadini in generale aggiungo), per poi aver dovuto scrivere al Prefetto. Tutto questo per capire come l'Amministrazione stia operando in riferimento ad una propria Delibera.
L'albo alla fine l'ho ricevuto e, a questo punto, chiedo alla Giunta di pubblicarlo sul sito.
Ma "l'abuso di accesso agli atti" ha riguardato anche il secondo punto della mia richiesta: conoscere gli importi di lavori/forniture maturati finora da ogni professionista. Un dato che un' Amministrazione virtuosa dovrebbe pubblicare con soddisfazione, qualora si rendesse conto di aver applicato una sana rotazione tra i vari incarichi conferiti. Cosa che a Subiaco non è accaduta. Approfondirò la questione attraverso l'analisi delle determine dirigenziali visto che ho "abusato dell'accesso agli atti"e non sono stato meritevole di risposta. 

Un racconto triste il mio, che non soltanto dimostra che ci sono ancora tante ombre sulla gestione della cosa pubblica, ma fa perdere quel senso di comunità che invece una Istituzione dovrebbe sempre avere a cuore.

Il movimento "Alternativa X Subiaco", che non ha mai fatto mancare il senso di responsabilità, proseguirà nella sua opera di controllo. Nel nostro futuro programma di governo ci concentreremo su questo obiettivo. Vogliamo albi professionali chiari, trasparenti, sottoposti alla rotazione dei conferimenti, con importi pubblicati e periodicamente aggiornati. Così rispetteremo la legge e genereremo una città dinamica e soprattutto unita.

 

Matteo Berteletti
Consigliere Comunale capogruppo di "Alternativa X Subiaco"