CASO INTERCETTAZIONI. L'operazione trasparenza continua.

03.02.2018 09:14
"Insieme per Subiaco", o quel che ne rimane, sta raccontando che la pubblicazione del materiale d'indagine (chiusa) relativo alle intercettazioni telefoniche ed ambientali costituisce reato.
"Insieme per Subiaco", o quel che ne rimane, sta raccontando che l'archiviazione del caso AEC ha reso inutile qualsiasi altro approfondimento.
 
In queste affermazioni individuiamo MENZOGNA e MANCANZA DI TRASPARENZA.
Infatti, quello che noi da giorni chiediamo, è che vengano rese pubbliche le intercettazioni che riguardano l'attività amministrativa (e non quelle inerenti la sfera privata) e quindi i cittadini. E lo abbiamo chiesto ai soggetti direttamente coinvolti nelle intercettazioni stesse, che non dovrebbero avere problemi ad autorizzarne la diffusione proprio perché rappresentanti dell'interesse pubblico e paladini dell'onestà (o, almeno, così si sono sempre professati). Perché i cittadini non dovrebbero essere informati di cose accadute nella casa comunale?
La sentenza di archiviazione ha riguardato il caso AEC (in cui non vi sarà reato penale, ma su cui apriamo una gigante questione di moralità). Non ha riguardato invece tutte le altre situazioni che invece meritano di essere conosciute. 
 
Perché mentire? Perché nascondere cose riguardanti la vita della nostra comunità? 
Pelliccia non era il Sindaco della moralità e della trasparenza?
 
L'atteggiamento "oscuro" della maggioranza ci preoccupa. Invece di chiarire la vicenda dimostrando correttezza e lealtà, pare quasi che stia cercando uno "scudo" dietro il quale proteggersi"Insieme per Subiaco", o quel che ne rimane, sta raccontando che la pubblicazione del materiale d'indagine (chiusa) relativo alle intercettazioni telefoniche ed ambientali costituisce reato..  
 

"Insieme per Subiaco", o quel che ne rimane, sta raccontando che la pubblicazione del materiale d'indagine (chiusa) relativo alle intercettazioni telefoniche ed ambientali costituisce reato.

Tutto questo è gravissimo. E sarà ancor più importante che sia il Consiglio Comunale ad intervenire, constatato il silenzio "assordante" dei nostri amministratori. Non per giudicare la colpevolezza di qualcuno o per violare la privacy. Ma per garantire trasparenza!"Insieme per Subiaco", o quel che ne rimane, sta raccontando che la pubblicazione del materiale d'indagine (chiusa) relativo alle intercettazioni telefoniche ed ambientali costituisce reato.

"Insieme per Subiaco", o quel che ne rimane, sta raccontando che l'archiviazione del caso AEC ha reso inutile qualsiasi altro approfondimento.

In queste affermazioni individuiamo MENZOGNA e MANCANZA DI TRASPARENZA.
Infatti, quello che noi da giorni chiediamo, è che vengano rese pubbliche le intercettazioni che riguardano l'attività amministrativa (e non quelle inerenti la sfera privata) e quindi i cittadini. E lo abbiamo chiesto ai soggetti direttamente coinvolti nelle intercettazioni stesse, che non dovrebbero avere problemi ad autorizzarne la diffusione proprio perché rappresentanti dell'interesse pubblico e paladini dell'onestà (o, almeno, così si sono sempre professati). Perché i cittadini non dovrebbero essere informati di cose accadute nella casa comunale?
La sentenza di archiviazione ha riguardato il caso AEC (in cui non vi sarà reato penale, ma su cui apriamo una gigante questione di moralità). Non ha riguardato invece tutte le altre situazioni che meritano di essere conosciute.

Perché mentire? Perché nascondere cose riguardanti la vita della nostra comunità?
Pelliccia non era il Sindaco della moralità e della trasparenza?

L'atteggiamento "oscuro" della maggioranza ci preoccupa. Invece di chiarire la vicenda dimostrando correttezza e lealtà, pare quasi che stia cercando uno "scudo" dietro il quale proteggersi. 

Tutto questo è gravissimo. E sarà ancor più importante che sia il Consiglio Comunale ad intervenire, constatato il silenzio "assordante" dei nostri amministratori. Non per giudicare la colpevolezza di qualcuno o per violare la privacy. Ma per garantire trasparenza!

 

Locandina digitale del movimento politico "Alternativa X Subiaco"