4 Novembre Festa dell'unità nazionale e delle forze armate

04.11.2017 16:17
Una ricorrenza importantissima ed estremamente significativa dal punto di vista storico-culturale, una data in cui si sancì con il trattato di villa Giusti la fine del primo grande conflitto mondiale, dove migliaia e migliaia di giovani Italiani non fecero più ritorno a casa dalle proprie famiglie.
È a loro che dobbiamo rendere omaggio ed onorarli ogni qualvolta ne abbiamo l'opportunità, ed oggi è uno di quei "giorni".
Quando si parla di Unità, di Patria, di Identità, io mi emoziono non lo nego, sono fiero ed orgoglioso nel mio piccolo di rappresentare questo belpaese, essendo un soldato che porta quel tricolore sul braccio e quelle stellette sul petto con estremo "onore".
Forze Armate che sono un valore indissolubile ed indispensabile per il nostro Stato, da sempre al servizio quotidiano in ogni situazione, in ogni emergenza, in ogni criticità. Donne e Uomini che sin dalla giovanissima età, vestono quelle uniformi e quelle stellette con estrema serietà ed affidabilità, un lavoro duro e difficile, che nello stesso tempo regala soddisfazioni impagabili.
Da anni ormai le nostre forze armate sono composte esclusivamente da volontari, dopo la sospensione della leva obbligatoria che avvenne nei primi anni duemila dove ciò ha contribuito a rendere le forze armate italiane al passo con tutte le forze dei paesi della Nato, rendendoci ancor di più orgogliosi quotidianamente per ogni attività svolta in teatri più o meno operativi.
Dei veri professionisti insomma, ed è a questi giovani, ed alle persone più esperte, che rivolgo il mio affettuoso augurio in questa ricorrenza che ci fa ricordare gli estremi sacrifici dei nostri caduti ai quali si dovrà rendere onore ed omaggio per l'eternità, per tutto ciò che ci hanno lasciato, e con il proprio sacrificio per ciò che ci hanno insegnato!

VIVA LE FORZE ARMATE 
VIVA L'ITALIA 


Il Consigliere Comunale di "Alternativa X Subiaco"
Rocchi Emanuele